RADIOLOGIA ODONTOIATRICA

Radiografie dentali solo se veramente necessarie

Lo studio dentistico Amosso utilizza apparecchi radiografici odontoiatrici di ultima generazione che permettono di ridurre quanto più possibile la dose di radiazioni. Ci avvaliamo sia della radiologia intraorale come radiografie periapicali e bite-wing  che di quella extraorale come l’ortopantomografia, la teleradiografia e la TC cone beam.

warning-icons-variations-set-1164319-639x579

Le radiografie intraorali

Le radiografie endorali rappresentano un importante strumento di supporto nella diagnosi in odontoiatria. Indispensabili nell’individuazioni di carie nascoste negli spazi interdentali o al di sotto di otturazioni pregresse; in parodontologia per valutare la presenza di tartaro sottogengivale e tasche parodontali; per la pianificazione delle cure in endodonzia; per la programmazione di trattamenti protesici e per rilevare piccole cisti e granulomi periapicali prima di un estrazione dentale.

 

Radiografie periapicali: indicate per l’indagine radiografica del settore anteriore e posteriore, permettono di visualizzare il dente in tutta la sua lunghezza comprendendo, oltre alle corone, anche le radici.

Radiografie bite-wing: indicate per l’indagine radiografica dei settori posteriori in odontoiatria conservativa, permettono di esaminare in maniera dettagliata le corone dentali.

Le radiografie extraorali

Ortopantomografia (OPT)

L’ortopantomografia (OPT) o radiografia panoramica offre al clinico una visione d’insieme raccogliendo in un’unica immagine entrambe le arcate dentali. Risulta utile per:

  • Valutare, nel bambino che il processo di permuta dentale (passaggio da denti da latte a denti definitivi) avvenga in modo corretto
  • Valutare la presenza di agenesie (mancanza di denti) o denti inclusi
  • Esaminare il rapporto di denti tra i denti del giudizio e il nervo alveolare inferiore
  • Diagnosticare granulomi e cisti

Teleradiografia latero-laterale (TLL)

La teleradiografia può essere eseguita secondo tre proiezioni ma la più utilizzata è quella latero-laterale. Questa radiografia bidimensionale permette di ottenere un’immagine laterale della testa da cui l’odontoiatra ricava tutte le informazioni riguardo lo sviluppo delle ossa cranio-maxillo-facciali. Da questa radiografia si sviluppa il tracciato cefalometrico necessario per lo studio del caso ortodontico.