Pedodonzia

Cos'è la pedodonzia?

L’odontoiatria pediatrica o pedodonzia è la branca dell’odontoiatria che si occupa di curare la bocca dei bambini. A partire dai primi sei mesi di vita ed entro il primo anno di età, il bambino dovrebbe essere visitato da un odontoiatra, come raccomandato dall’Accademia Americana di Odontoiatria Pediatrica.

Come approcciamo il bambino?

A seconda della fascia di età del bambino il nostro staff personalizza un diverso approccio mirato alla comprensione ed al coinvolgimento delle cure durante tutto l’iter terapeutico. Durante le sedute di avvicinamento utilizziamo per i pazienti più piccoli disegni e strumenti per l’infanzia cercando di ricreare un’atmosfera giocosa; nei bambini più grandi cerchiamo una maggiore collaborazione in modo da arrivare al termine della seduta con la massima serenità e complicità. Nel caso di scarsa collaborazione sarà nostra premura riproporre visite di controllo mirate all’istruzione ed alla motivazione orale.

Cosa sono le sedute di avvicinamento?

Sono appuntamenti che permettono di abituare gradualmente il piccolo paziente alla poltrona del dentista. Aspettare il primo dolore dentale per sottoporre il bambino alla prima visita odontoiatrica potrebbe causare nel bambino un trauma perché sarebbe immediata l’associazione dolore-dentista. Se invece, la conoscenza avviene in un momento tranquillo per il bambino, è più facile e piacevole familiarizzare e prendere confidenza con il dentista sin da piccolo.

Visite di controllo in pedodonzia

Durante la visita di controllo pedodontica si valuta la presenza di carie, di fluorosi e infiammazioni gengivali, si monitora lo sviluppo dentale e scheletrico durante la crescita del bambino. I denti decidui (da latte) svolgono un ruolo molto importante: guidano l’eruzione dei denti permanenti. Si cerca di conservarli quanto più possibile.

Fluoroprofilassi

Per fluoroprofilassi si intende la somministrazione di fluoro e rappresenta uno dei migliori metodi nella prevenzione della carie dentale. Il fluoro ha infatti la capacità di rendere lo smalto più resistente agli acidi batterici che causano carie. La fluoroprofilassi può avvenire per via topica oppure sistemica. La fluoroprofilassi topica consiste nell’applicazione di fluoro sui denti in formulazione gel o dentifricio. La fluoroprofilassi sistemica invece consiste nella somministrazione di fluoro per via orale attraverso gocce, compresse. È importante ricordare che parte del fabbisogno di fluoro viene normalmente assunta con la dieta e in particolare dall’acqua fluorata. Per questo motivo prima di assumere fluoro per via sistemica è necessario valutarne la corretta posologia secondo le indicazioni fornite dall’Accademia Americana di Odontoiatria Pediatrica.

TABELLA DI SUPPLEMENTO DI FLUORO ALLA DIETA
Età <0.3 ppm F Da 0.3 a 0.6 ppm F >0.6 ppm F
Dalla nascita ai 6 mesi 0 0 0
Dai 6 mesi ai 3 anni 0.25 mg 0 0
Dai 3 anni ai 6 anni 0.50 mg 0.25 mg 0
Dai 6 anni ai 16 anni 1.00 mg 0.50 mg 0

Istruzione e motivazione all’igiene orale

La capacità nel mantenere una corretta igiene orale si evolve mano a mano che il bambino cresce. Se in un primo periodo le manovre di igiene orale sono completamente demandata ai genitori, gradualmente devono essere affidate al bambino. È dunque importante che il bambino venga istruito dalle nostre igieniste all’utilizzo dello spazzolino, manuale o elettrico, e impari una tecnica di spazzolamento efficace.

sigillature dentali

Le sigillature dentali insieme all’applicazione di fluoro sono fra i metodi preventivi della carie più efficaci. Le sigillature dentali dette anche “sigilli” consistono nella chiusura, con materiali resinosi, dei solchi dei denti molari permanenti già erotti che sono maggiormente a rischio di essere intaccati da carie dentale. Proponiamo ai genitori le sigillature dentali quando l’igiene orale del bambino non è ottimale e quindi l’accumulo di placca dentale potrebbe indurre la formazione di carie. La procedura di sigillatura del dente è poco invasiva e del tutto indolore per il bambino.

otturazioni dentali nel bambino

Otturazioni dentali su denti da latte: i denti da latte o denti decidui si possono cariare vanno curati allo stesso modo dei denti permanenti.

Otturazioni dentali su denti permanenti: quando un dente permanente si caria è bene intervenire al più presto. La procedura di otturazione è la stessa del paziente adulto. Per i bambini più piccoli utilizziamo accorgimenti particolari come medicazioni pre-anestetiche affinchè non avvertano la puntura.

Estrazioni dentali nel bambino

L’estrazione dentale nel bambino può rappresentare un evento traumatico se non gestita correttamente. Adottiamo quindi un atteggiamento calmo e paziente ed utilizziamo accorgimenti particolari come medicazioni pre-anestetiche affinchè il bimbo non avverta la puntura. Prima di estrarre un dente deciduo, è bene escludere ogni possibilità di recupero dello stesso perché l’estrazione precoce dei denti da latte può comportare un’eruzione alterata dei denti permanenti creando affollamenti o malocclusioni.

Traumi dentali e urgenze in pedodonzia

In caso di trauma dentale, è necessario un intervento quanto più tempestivo possibile.

  • Se il dente si è spezzato, cercare il frammento e conservarlo in soluzione fisiologica, latte o saliva e contattare il più rapidamente possibile l’odontoiatra.
  • Se il dente è completamente fuoriuscito (avulsione), conservarlo in soluzione fisiologica, latte o saliva facendo attenzione a non detergerlo e staccare le fibre del legamento ad esso annesse. Contattare il più rapidamente possibile l’odontoiatra.

Il trattamento dei traumi dentali è variabile (dipende da dove avviene il trauma) e si basa sulla valutazione clinica e radiografica del danno.